Loading posts...

Visconti fa il Nibali e vince il Giro dell’Emilia

La schiena dritta, le mani sul viso, mentre, incredulo, attraversa il traguardo. Giovanni Visconti (Bahrain Merida) conquista la centesima edizione del Giro dell’Emilia, davanti a Vincenzo Nibali e Rigoberto Uràn (Cannondale-Drapac), sbaragliando tutti i pronostici della vigilia. Un’altra vittoria inaspettata dopo quelle di  Andrea Pasqualon (Wanty Groupe Gobert) alla Coppa Sabatini e Martin Guillaume (Wanty – Groupe Gobert) al Giro della Toscana.

Grandiosa la gara del ciclista siciliano, autore di uno strappo a 16 chilometri dalla fine che doveva servire da apripista per la volata di Nibali, capitano della squadra, ma che si è trasformato nell’allungo decisivo. Pedalata dopo pedalata, il tre volte campione d’Italia, ha aumentato il distacco dagli inseguitori fino a raggiungere i trenta secondi quando mancava l’ultima, ripidissima salita del San Luca. Fondamentale, nei chilometri finali, il lavoro di Nibali, gregario per un giorno, che ha aiutato il conterraneo bloccando i tentativi di sprint di Uràn, Thibaut Pinot (FDJ) e Gianni Moscon (SKY).

Un’altra prestazione convincente per il talento più limpido del ciclismo italiano, bloccato solo dallo straordinario lavoro di Nibali. Moscon chiuderà quinto, dietro a Nicolas Roche (BMC) ma la sensazione è che il futuro sia nelle sue mani. Brutta caduta a pochi chilometri dal traguardo per Esteban Chaves, vincitore dell’Emilia un anno fa. Il colombiano della Orica-Scott ha perso il controllo della bici per colpa di una buca e, fortunatamente, si è schiantato sull’erba. È stato trasportato in ospedale per delle lastre ma, considerata la caduta, è andata molto bene.

A fine gara Visconti si è sfogato ai microfoni dei giornalisti presenti: “È una liberazione, la vittoria più bella della mia carriera. Si erano scordati di me ma, nonostante abbia cambiato ruolo, oggi ho fatto un numero incredibile. Se è un sogno non svegliatemi”. Prima di salire sul palco, l’abbraccio con la moglie che lo aspettava dietro una transenna insieme a tanti tifosi, poi di corsa sul podio. La festa è appena iniziata.

La Ciclismo Cup continua domenica 1 ottobre (diretta dalle 14:25 su PMGSport) con il GP Bruno Beghelli. L’Androni Giocattoli comanda la classifica generale della competizione che regala alla squadra vincitrice una wild card per il Giro d’Italia 2018 ma dovrà valutare le condizioni di Egan Bernal. Il talento colombiano, uomo di punta dell’Androni, è stato coinvolto nella caduta di Chaves mentre inseguiva Visconti.

Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites