Loading posts...

Stupefacente Cummings: la prima tappa del Giro della Toscana è sua

PONTEDERA (PI) – Trentasei anni e non sentirli. Stephen Cummings (Team Dimension Data) ha vinto la prima giornata del 89esimo Giro della Toscana, undicesimo appuntamento della Ciclismo Cup 2017. Il ciclista britannico ha battuto, in una volata a quattro, Egan Bernal, talento dell’Androni Giocattoli, Frederik Backaert (Wanty-Groupe Gobert) e Vincenzo Nibali (Bahrain Merida). Ottima prova per il fuoriclasse italiano che tornava in bici dopo l’infortunio subìto nella penultima tappa de La Vuelta di Spagna. Quinto e primo del gruppone di inseguitori, Sonny Colbrelli (Bahrain Merida), vincitore della scorsa edizione.

Successo importante per Cummings dopo un’annata particolarmente sfortunata. Il ciclista della squadra sudafricana si è fermato spesso per guai fisici, senza poter dare grande continuità alle gare. Ennesima conferma per Egan Bernal che colleziona un altro podio in questa Ciclismo Cup dimostrado di valere, ad appena vent’anni, ciclisti molto più maturi di lui e confermandosi in testa alla classifica individuale della competizione. Grazie al secondo posto dello scalatore colombiano e ai buoni piazzamenti degli altri ciclisti in gara, l’Androni Giocattoli si avvicina ancora di più alla vittoria dell’ex Coppa Italia e al suo ambito premio: una wild card per il Giro d’Italia 2018.

Gara diversa dalle attese con i quattro protagonisti finali che si sono staccati dal gruppo a 35 chilometri dall’arrivo guadagnando terreno e secondi grazie a un ottimo lavoro nei cambi. Gli inseguitori sono riusciti a ricucire solo in parte il distacco di oltre un minuto, riducendolo fino a 30 secondi quando mancavano cinque chilometri all’arrivo. Troppo tardi. Nella volata finale Cummings, il miglior velocista dei quattro, ha fatto valere esperienza e abilità, bruciando gli avversari per pochi decimi di secondo.

“Il gruppo ha lavorato bene – ha spiegato il campione britannico in carica a fine gara – purtroppo non avevo la gamba per tentare uno sprint prima perché questa stagione è stata un po’ sfortunata con tante cadute e tanti infortuni. Domani proverò a tenermi questa maglia ma l’arrivo a Volterra è in salita e con Nibali in condizione sarà dura”

Domani la seconda tappa del Giro della Toscana da Lajatico a Volterra. Gara più adatta agli scalatori con Bernal e Nibali pronti a fare selezione già dalle prime salite.

Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites